closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
L'Ultima

Ciad, il paese senza cibo né pallone

Football. Da due anni e mezzo la nazionale rossogialloblu non disputa una partita. Il calcio organizzato è stato cancellato insieme alla voglia di protestare, annientata dalla fame e dalla terribile siccità

Bambini in Ciad

Bambini in Ciad

L’undici agosto il Ciad festeggerà il suo 58esimo anniversario dall’indipendenza della Francia. Quella Francia tanto tifata, a metà luglio, quasi per riflesso, durante la finale della Coppa del Mondo. Una volta i padroni erano loro e, in qualche modo, come avviene in tanti stati africani, lo sono ancora nell’anima. Le cicatrici del colonialismo sono anche queste. Quella Francia che oggi ha messo in mostra la sua multiculturalità esaltando le origini di mamma Africa con 14 giocatori su 24 originari del continente nero. IN CIAD SI IMPAZZISCE per il calcio e per la fame. Solamente nel mese di maggio, nell’ospedale di...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi