closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Visioni

Chitarre, synth e batteria. E’ tempo d’estate

Note sparse. Costola dei Prozac +, i Sick Tamburo di Elisabetta Imelio e Gian Maria Accusani volano più bassi ma costanti e pubblicano il quarto album, «Un giorno nuovo»

i Sick Tamburo

i Sick Tamburo

Costola dei Prozac +, la band di Pordenone che raccontò la generazione di fine ’90 con brani come Acida e Colla e acclamata nell’orbita delle novità indipendenti, i Sick Tamburo di Elisabetta Imelio e Gian Maria Accusani, volano più bassi ma costanti. Quella che a volte si tende a definire maturità è confermata dal loro quarto album Un giorno nuovo (La Tempesta). Nove pezzi – in Meno male che ci sei tu partecipa Motta – che loro stessi raccontano come un abbandono del superfluo: «È il giorno in cui lasciamo andare tutte quelle cose che sono solo estensioni del nostro ego...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi