closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Visioni

«Chirurgia e identità» secondo Ethan Coen

Festa del cinema di Roma. Incontro con il regista americano che parla del suo lavoro insieme al fratello Joel: « Non conta quanto sia orribile ciò che accade nei film: in realtà può sempre far ridere»

Ethan Coen a destra con il fratello Joel

Ethan Coen a destra con il fratello Joel

Invitato alla Festa del cinema di Roma per parlare di scrittura per il cinema, Ethan Coen ha accettato - spiega Antonio Monda - a un patto: poter parlare d’altro. E al pubblico dell’Auditorium si presenta così con una selezione di sequenze provenienti non dai film realizzati con il fratello Joel ma da altri: da Steve lo sfregiato (1948) di Steve Sekely a Operazione diabolica (1966) di John Frankenheimer. Nello specifico sono scene di chirurgia: «Le trovo un meraviglioso espediente narrativo - spiega Coen - specialmente negli anni 50 e 60 quando erano il motore di trame assurde, in cui si...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.