closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Alias Domenica

Chimera, un auspicio etrusco per i Medici

Chimera di Arezzo. 15 novembre 1553, Arezzo: dalla terra rimossa per costruire un nuovo bastione a difesa della città, spuntò uno strano leone di bronzo, finemente eseguito, feroce nell’aspetto. Cosimo I lo volle sùbito a Firenze

Arezzo, Chimera,  400 a.C. ca., Firenze, Museo Archeologico Nazionale, foto da:  R. Bianchi Bandinelli,  A. Giuliano, Etruschi  e Italici prima  del dominio di Roma, Rizzoli, 1985

Arezzo, Chimera, 400 a.C. ca., Firenze, Museo Archeologico Nazionale, foto da: R. Bianchi Bandinelli, A. Giuliano, Etruschi e Italici prima del dominio di Roma, Rizzoli, 1985

Era d’inverno. Ad Arezzo, vicino a Porta San Lorentino, si lavorava alacremente per costruire un bastione nella cinta, parte del piano difensivo della città voluto da Cosimo I de’ Medici. Dalla terra bruna rimossa in gran quantità dagli uomini al servizio del Duca, apparve il bagliore spento, per il secolare seppellimento, di un bronzo dall’aspetto multiforme. Memorabile fu la sua visione inattesa ed è da immaginare che forte dovette essere l’emozione dei lavoratori appena sentirono il primo suono degli strumenti di scavo contro il metallo della pelle di un animale ferito, un animale mostruoso, dalla bellezza terribilmente ipnotica. «Si trattava...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.