closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Italia

Chi comandava l’Ilva di Taranto

Scandali. Un’inchiesta della magistratura ha svelato l’esistenza di un «governo ombra», che agiva come una sorta di «Gladio interna» alla fabbrica. Un caso senza precedenti

Operai dell'Ilva di Taranto

Operai dell'Ilva di Taranto

Fin dalla sua privatizzazione nel 1995, il più grande stabilimento siderurgico italiano, l’Ilva, è stato trasformato in un uno "stato d’eccezione" normativo e disciplinare. È quanto emerge dalle inchieste della magistratura che nell’ultimo anno e mezzo hanno dissezionato il sistema-Riva. È quanto emerge, soprattutto, dall’ultimo ordinanza di custodia cautelare firmata dal gip Patrizia Todisco, relativa agli arresti dei massimi vertici del "governo ombra" dell’Ilva. Da quanto si apprende, a governare davvero l’Ilva, in questi anni, non sarebbero stati i dirigenti che ricoprivano ufficialmente le più alte cariche aziendali, bensì i componenti di una struttura parallela, e segreta ai più, posta...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi