closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Europa

Charlie, l’anno di sangue che ha cambiato la Francia

7 gennaio 2015. L'anniversario del primo attacco di una terribile serie, tra polemiche e commemorazioni. Oggi Valls presenta la riforma del codice penale

La copertina di Charlie Hebdo

La copertina di Charlie Hebdo

Una nuova polemica nazionale accoglie il numero speciale di Charlie Hebdo, oggi in edicola con una tiratura di un milione di copie per ricordare il massacro nella redazione il 7 gennaio 2015, a posteriori il primo atto di una terribile serie che ha insanguinato la Francia. I responsabili di tutte le religioni, a cui si sono uniti vari politici soprattutto a destra, si sono coalizzati per criticare la copertina, che presenta un dio barbuto, macchiato di sangue: «Un anno dopo, l’assassino è ancora in fuga». Un anno dopo, François Hollande, accompagnato dalla sindaca di Parigi, Anne Hidalgo, e da qualche...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.