closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Internazionale

Celeste Mac Dougall «La crisi attuale è un’occasione di lotta»

Intervista. La femminista argentina parla dello sciopero globale delle donne

Il logo delle donne contro i femminicidi

Il logo delle donne contro i femminicidi

Capelli biondi tenuti su da un fermaglio e occhi azzurri, Celeste Mac Dougall posa la birra e sorride, chiedendoti un attimo dopo se stia «già parlando troppo». Siamo a Roma, nello spazio autogestito Communia. Celeste vive in Argentina ma ora arriva dalla Spagna. Anche in Spagna, le donne hanno aderito alla campagna «Ni una menos», partita dall’Argentina. Celeste è stata fra quelle che hanno messo in moto lo sciopero globale delle donne. Com’è cominciata? Tutto ha avuto inizio dal femminicidio di Lucia Pérez, una ragazza argentina di 16 anni, violentata e torturata fino alla morte. C’è stata una forte reazione,...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.