closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Internazionale

Cecchini e droni a Roma per la visita del Sultano turco

Prima visita dopo l'attacco ad Afrin. Zona rossa tra Vaticano e Quirinale, ma un presidio ci sarà lunedì a Castel Sant’Angelo

Ogni autocrate ha le blandizie che più gli si addicono, devono aver pensato le feluche che in queste ore stanno organizzando la visita del presidente turco Recep Tayyip Erdogan a Roma, domani e lunedì. Così, se per compiacere il presidente iraniano Rohani furono incappucciate le statue «nude» dei Musei capitolini, nel caso del Sultano turco, niente di meglio che una visita superblindata, da zona di guerra, con droni, soldati sui tetti, innalzamento al livello 2 di allarme generale, 3.500 militari per le strade a tutela dei cortei di auto con bandierine italo-turche. Il questore Guido Marino e il comitato provinciale...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.