closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Economia

Catasto, lo strappo Draghi-Salvini sulla riforma in vigore tra 5 anni

Lo scontro. Delega fiscale. Il gioco delle parti tra il presidente del consiglio e il leader della Lega dopo la batosta elettorale. Resta il rebus di come si finanzia una riforma fiscale senza aumentare le tasse. Il governo non sembra intenzionato a una redistribuzione e prospetta un ingegneria tributaria nell’ottica delle «riforme abilitanti» del mercato, non alla sua trasformazione secondo criteri di giustizia

Matteo Salvini (Lega)

Matteo Salvini (Lega)

Mario Draghi è inciampato nella Lega di Salvini che ha inteso l’annunciata «riformulazione del catasto» come la premessa per aumentare le tasse sulla casa. Un’eventualità considerata uno spettro dalla politica italiana. «L'impegno del governo è che nessuno pagherà di più o di meno» ha precisato Draghi nella conferenza stampa seguita allo strappo della Lega che ha lasciato la cabina di regia e non si è presentata al consiglio dei ministri. Secondo il presidente del consiglio l’intervento contenuto nella legge delega fiscale, non il più importante in uno schema ancora vago, consisterebbe solo nell’«accatastare tutto quello che non lo è: terreni...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.