closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Lavoro

«Cassa» col bonus-malus e niente reddito minimo

Jobs Act. Decreto ammortizzatori: il governo cambia ciò che funziona: la Cig ordinaria e straordinaria che consentono alle imprese di non licenziare. Le imprese che hanno usato la cig pagheranno di più Ma così s’incentiva a licenziare. Cancellato invece il previsto strumento contro la povertà: non ci sono risorse

Un lavoratore di una piccola impresa

Un lavoratore di una piccola impresa

Se in Italia la disoccupazione è "solo" al 12 per cento, il merito è tutto della cassa integrazione. Se c’è uno strumento che in Italia funziona e che nel resto d’Europa e del mondo ci hanno invidiato e copiato è proprio la cassa integrazione: quella ordinaria e quella straordinaria. Uno strumento mutualistico - pagato con una piccola aliquota ogni mese da imprese e lavoratori - per affrontare i momenti di crisi e non licenziare. Ebbene, oggi il governo annuncerà ai sindacati il decreto delega del Jobs act nel quale la cassa integrazione diventerà una sorta di bonus-malus che ne disincentiverà...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.