closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Italia

Caso mense a Lodi, la Corte d’Appello conferma la condanna del Comune

La Corte d'Appello di Milano, martedì, ha confermato la sentenza di primo grado del Tribunale che, nel 2018, aveva condannato il Comune di Lodi ritenendo il regolamento sui servizi a domanda individuale «discriminatorio» e «anticostituzionale». Nel 2017 la sindaca leghista, Sara Casanova, aveva modificato il regolamento introducendo, tra i requisiti necessari per avere le riduzioni delle tariffe per mense e scuolabus, che i cittadini non dell’Unione europea dovessero presentare documentazione che attestava la loro nullatenenza nel paese di origine. Questo tipo di richiesta si scontrava con l'oggettiva difficoltà di reperire tale documentazione per molti genitori di origine straniera che avrebbero...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi