closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Cultura

Cartografia di un’assenza

Scaffale. «Ciao», il romanzo autobiografico di Walter Veltroni, uscito per Rizzoli. Un libro dove l'autore dialoga con un padre mai conosciuto e con la politica dei tempi che furono

 «Io non ho smesso di fare politica. La faccio in modo diverso, con i film, con i libri come questo», ha risposto qualche settimana fa Walter Veltroni a Lilli Gruber che gli chiedeva se sarebbe mai tornato alla politica attiva, discutendo appunto del suo ultimo libro, Ciao (Rizzoli, pp. 248, euro 18.50). Ma come può essere politico un libro così intimo e personale, l’incontro tra un signore sessantenne, in un ferragosto reso magnifico dalla desolazione di uno spicchio di città deserto, e suo padre morto giovane, prima che lui compisse un anno? A quale politica può rinviare la confessione di...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.