closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Politica

Cartabia, la cattolica che zittì Salvini

Governo. La nuova ministra della giustizia è stata la prima donna presidente della Corte costituzionale. Vicina a Comunione e liberazione, sulle carceri criticò la propaganda leghista

Marta Cartabia

Marta Cartabia

«Sentenza indegna, mi sale la pressione, ma che testa hanno questi giudici? Ma che cazzo di paese stiamo diventando?». La reazione di Salvini alla decisione della Corte costituzionale di porre dei limiti all’ergastolo ostativo fu terribilmente aggressiva, persino per i suoi standard. Il leghista era da poco passato all’opposizione e in quei giorni Marta Cartabia veniva scelta dai giudici costituzionali per guidare la Consulta. La prima donna presidente, nella sua prima conferenza stampa decise di rispondere colpo su colpo. Imputando alla propaganda della Lega sui presunti mafiosi in libertà «allarmi del tutto ingiustificati, menzogne che non aiutano a capire». Cattolica...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi