closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Politica

«Caro giudice di pace ti scrivo…»

Immigrati. Nuova protesta nel Cie romano di Ponte Galeria

Visto che i giudici di pace non ascoltano, speriamo almeno che abbiano il tempo di leggere. E' l'idea con cui una settantina di immigrati - in maggioranza slavi e africani - detenuti nel Centro di identificazione ed espulsione romano di Ponte Galeria ha deciso di avviare una nuova protesta scrivendo ognuno di loro una lettera al giudice di pace che continua a prorogare la loro detenzione. «La nostra è una protesta pacifica che abbiamo deciso di fare perché quando veniamo portati davanti al giudice il più delle volte non riusciamo neanche a parlare, a spiegare le nostre vite che subito...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi