closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
1 ULTIM'ORA:
Internazionale

Carneficina irachena: mille morti in un mese

Iraq. Kerry chiede ai curdi di sostenere Baghdad, ma Barzani minaccia un referendum per l'indipendenza

L'Iraq piange mille morti in un mese

L'Iraq piange mille morti in un mese

In 17 giorni di avanzata jihadista in Iraq sono morte almeno 1.075 persone, tre quarti dei quali civili. È il drammatico bilancio annunciato ieri dall’ufficio Onu per i diritti umani, che tiene a specificare che tale numero «è probabilmente sottostimato». Una carneficina che si aggiunge alle 4mila vittime dei settarismi interni da gennaio a inizio giugno. Tra le zone più colpite ci sono ovviamente le province occupate dai miliziani dell’Isil, Ninawa, Diyala e Salah-a-Din, teatro di esecuzioni sommarie di civili e poliziotti. Ad accompagnare l’avanzata islamista sono i massacri: ieri gli abitanti di quattro villaggi sciiti-turkmeni nella provincia di Kirkuk...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi