closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Cultura

Carl Einstein e il suo Bebuquin funambolico

NARRATIVA. A proposito del romanzo pubblicato integralmente nel 1912 e apparso per la casa editrice Giometti & Antonello

Ancora oggi il nome di Carl Einstein fatica ad affermarsi nell’Olimpo degli intellettuali di lingua tedesca. Eppure, la sua opera poliedrica, che si muove tra filosofia, critica d’arte e letteratura, rappresenta un punto di riferimento imprescindibile per molti giganti della cultura del Novecento. Amico di Braque e di Picasso, legato a Joyce e Beckett, in dialogo con Ernst Bloch, fonte di ispirazione per Hugo Ball e per Gottfried Benn, Carl Einstein è senza dubbio uno degli autori più originali e innovativi dell’espressionismo. LA SUA È STATA UNA VITA molto accidentata: nato nel 1885 a Neuwied, in Renania, da una famiglia...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.