closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Internazionale

Carburante Usa ai jet israeliani

Forniture particolari. Migliaia di tonnellate di combustibile per i bombardamenti su Gaza

Il 21 giugno scorso, una petroliera battente bandiera statunitense - la Overseas Santorini - parte dal porto texano di Corpus Christi diretta al terminale petrolifero del porto israeliano di Ashkelon, circa 12 km a nord del confine con la Striscia di Gaza. Vi arriva il 14 luglio, sette giorni dopo l’inizio dell’attacco israeliano. Il suo carico? 26 mila tonnellate di JP-8 (36 milioni di litri), il carburante militare che serve a far volare gli F-16 che bormbardano Gaza. Una petroliera gemella, la Overseas Mykonos - anch’essa battente bandiera statunitense - è ora in viaggio per lo stesso porto israeliano, partita...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.