closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Lavoro

Caporalato: la legge funziona, resta lo sfruttamento

Rapporto Agromafie Flai Cgil. 400mila braccianti a rischio -130mila a forte vulnerabilità sociale - uno su due senza contratto. La nuova mafia che viene dalla Bulgaria

Un bracciante migrante al lavoro in un campo di pomodori

Un bracciante migrante al lavoro in un campo di pomodori

Mentre il «governo del cambiamento» è pronto a reintrodurre i voucher in agricoltura il quarto rapporto «Agromafie e caporalato» curato dall’Osservatorio Placido Rizzotto della Flai Cgil descrive la realtà delle nostre campagne dominate da illegalità e sfruttamento nonostante la legge del 2016 che ha introdotto il reato penale di intermediazione illecita. A fronte di un’economia non osservata - sommerso e illegale - del valore di 208 miliardi con il lavoro irregolare che vale 77 miliardi - il 37,3% - il business di quello irregolare e del caporalato è pari a 4,8 miliardi di euro - il 15,5% del valore aggiunto...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.