closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Economia

Caos trattativa con Invitalia. Mittal annuncia un taglio della produzione e poi fa dietrofront

Il caso. Stop and go della multinazionale dell'acciaio, mentre il governo resta fermo. I sindacati: "Atteggiamenti irresponsabili e tattici in corso da parte di tutti possono portare alla chiusura dello stabilimento. Il governo intervenga e metta fine a questo caos"

Caos negli stabilimenti di Arcelor Mittal a Taranto. L’azienda ha prima annunciato una riduzione della produzione di acciaio e il rallentamento degli investimenti previsti e poi ha fatto marcia indietro comunicando ai sindacati il riavvio dei tre Altiforni, del Treno nastri 2, Acciaieria 1 e il richiamo del personale dalla cassa integrazione. La ragione di questa situazione schizofrenica, creata in poche ore tra venerdì e sabato, sarebbe il ritardo di Invitalia e del governo Draghi sul completamento degli assetti societari e sul rilancio industriale ed ambientale del sito. L’accordo, stipulato con il governo precedente Conte il 10 dicembre 2020, prevede...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.