closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Visioni

Canzoni libere e inquiete, sempre dalla parte del torto

Note sparse. Alessio Lega rilegge il repertorio di Ivan Della Mea, album e libro per ricostruire la sua complessa figura

Un dettaglio dal booklet di «Alessio Lega canta Ivan Della Mea»

Un dettaglio dal booklet di «Alessio Lega canta Ivan Della Mea»

Scriveva Antonio Tabucchi che di tutto resta un poco, ed è con quella realtà minima che bisogna fare i conti, perché ridiventi un tutto. Dodici anni fa se ne andava Ivan Della Mea, cantore degli ultimi, poeta, musicista assai più raffinato di quanto si sia creduto, spesso ospite con i suoi scritti appassionati e fumiganti su queste pagine. A lui è toccato in sorte di essere, oggi, un quasi nulla che fatica a diventare un poco. Figuriamoci la figura completa di intellettuale lucido che è stata: un tutto necessario. C’è un’intera generazione di musicisti schierati «dalla parte del torto», per...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.