closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Alias

Canta Napoli: Elvira Notari, pellicole migranti

Omaggi. La riscoperta della regista del muto napoletano all'interno delle giornate del Cinema Ritrovato a Bologna

«Santanotte» di Elvira Notari

«Santanotte» di Elvira Notari

La riscoperta di Elvira Notari, regista del muto napoletano, iniziò sull’onda del femminismo degli anni Settanta, ma non si andò oltre alla «scoperta», perché Notari fu sempre associata alla cultura popolare napoletana: agli stracci, ai vicoli, e ai delitti di gelosia, zumpate (duelli al coltello) incluse. Il regime fascista stigmatizzò (e sul finire degli Anni Venti, soppresse) questo cinema per la visione diretta (non diciamo realistica solo perché era girato in esterni veri e interpretato da attori presi dalla strada) della realtà sociale meridionale. E questo cinema (non la famiglia Notari) emigrò in America e preparò le basi per la...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.