closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Lavoro

Camusso sempre più giù: precipita il consenso in Cgil

Il caso. Dopo il Congresso, la leader perde ancora voti. Segreteria "blindata" in funzione anti-Landini e inefficacia rispetto al governo Renzi: debolezze che ormai non piacciono più neanche ai suoi

La segretaria generale della Cgil, Susanna Camusso

La segretaria generale della Cgil, Susanna Camusso

Certo non deve essere per nulla facile trovarsi al vertice di un sindacato – ancor di più, della Cgil – quando al governo c’è un "asfaltatore" come Matteo Renzi. Ma la segretaria Susanna Camusso, nonostante le forti perdite di consenso interno subite al Congresso dello scorso maggio, non sembra aver ancora trovato la rotta giusta per ricompattare la sua organizzazione, per portarla al livello richiesto dalla sfida con il premier. I numeri parlano chiaro, ed è stato un crollo continuo, inarrestabile: se per eleggere la sua maggioranza al Direttivo ha preso un buon 80%, al momento della riconferma a segretaria...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi