closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Lavoro

Campagna per la sfiducia a Poletti: «Sto male per le cose che ho detto»

Jobs act e voucher. Il 10 gennaio il ministro del lavoro riferirà in Senato sulle sue affermazioni contro i giovani che fuggono all'estero: «Conosco gente che è andata via e che è bene che stia dove è andata, perché sicuramente questo Paese non soffrirà a non averli più fra i piedi». Ieri, colpito dallo tsunami delle reazioni che lo hanno investito, ha pubblicato un nuovo video di scuse. La rete ribolle di indignazione e rabbia. Mozione dei Cinque Stelle contro il titolare del Lavoro, Sinistra Italiana raccoglie le firme

Il ministro del lavoro Giuliano Poletti

Il ministro del lavoro Giuliano Poletti

La campagna sulle dimissioni di Giuliano Poletti da ministro del lavoro si è fermata alle porte del Senato. Le hanno chieste le opposizioni parlamentari, mentre la rete ribolle di indignazione dopo le brutali dichiarazioni di Poletti contro i giovani all'estero: «Conosco gente che è andata via e che è bene che stia dove è andata, perché sicuramente questo Paese non soffrirà a non averli più fra i piedi». Ieri è intervenuta Anna Finocchiaro, la neo-ministra per i Rapporti con il Parlamento, che ha annunciato la disponibilità di Poletti a rispondere in aula il 10 gennaio alla ripresa dei lavori. La...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi