closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Alias

Caligari, fuori concorso come nella vita

Mostra di Venezia. Intervista a Francesca Serafini cosceneggiatrice del film "Non essere cattivo", un toccante ritratto del regista recentemente scomparso

Claudio Caligari sul set

Claudio Caligari sul set

C’è un verso di Pasolini che dice: «Restare dentro l’inferno con marmorea volontà di capirlo», «e con l’impossibilità di non amarlo, aggiungo io, questo faceva Claudio nei suoi film, raccontava quella pasoliniana malvagità della borgata: non la giustificava ma la comprendeva, non giudicava i personaggi, l’unica preoccupazione era quella di rappresentarli coerenti con la propria essenza. Questa per me è la sua grandezza». L’immagine di Claudio Caligari cammina con le parole di Francesca Serafini, autrice insieme a lui e a Giordano Meacci della sceneggiatura del suo ultimo film, Non essere cattivo, quella storia tra le altre invece naufragate che Caligari...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.