closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Internazionale

Cacciati da Mosul colpiscono a Kabul

Afghanistan. Lo Stato islamico attacca a sorpresa l’ambasciata d’Iraq nella capitale afghana. Strage mancata. Ma muoiono almeno due civili e i quattro del commando. Il califfato cambia strategia. Talebani irritati. E Trump non sa che pesci prendere

Kabul, l’assedio finale ai tre uomini armati chehanno attaccato l’ambasciata irachena

Kabul, l’assedio finale ai tre uomini armati chehanno attaccato l’ambasciata irachena

Colpire il nemico fuori dal teatro siriano iracheno. Punirlo per aver annunciato (alcuni giorni fa con un incontro stampa) la presa di Mosul. Attaccare un obiettivo che dia risalto mediatico all’azione esemplare. Sembra questo il ragionamento che ha portato ieri un commando dello Stato islamico, nella sua versione «Territorio del Khorasan», ad attaccare l’ambasciata irachena a Kabul, nel cuore commercial-diplomatico della capitale. AZIONE RAPIDA e con meccanismi noti: un kamikaze vestito da poliziotto si fa esplodere all’ingresso della legazione irachena; la porta si apre e un commando di tre uomini entra per fare strage. Ma le cose vanno male: un...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.