closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Internazionale

Burundi, Nkurunziza rischia di restare presidente fino al 2034

Plebiscito. Al referendum costituzionale contestato hanno vinto i «sì» con il 73%. Ma il voto è stato segnato da intimidazioni e abusi diffusi, denuncia Hrw

In coda per votare a Ngozi, nel nord del Burundi

In coda per votare a Ngozi, nel nord del Burundi

I risultati del referendum costituzionale in Burundi hanno rispettato le previsioni della vigilia: hanno vinto i «sì» con il 73%. Le modifiche consentiranno al presidente in carica Pierre Nkurunziza di ricandidarsi per altri due mandati della durata di sette anni a partire dal 2020 (potrebbe cioè restare in carica fino al 2034). Il «no» ha ottenuto il 19%, il 4,1% dei voti è stato annullato e il 3,2% si è astenuto). Affluenza, 96% degli oltre 5 milioni di aventi diritto. La vigilia delle elezioni è stata caratterizzata da violenze ed intimidazioni secondo quando riportato da Human Rights Watch (Hrw) «almeno...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi