closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Alias Domenica

Burckhardt, dura alternativa democratica all’architetto-esteta

Architettura, saggi. Critico radicale dei processi decisionali del capitalismo, lo svizzero Lucius Burckhardt, sociologo, economista e visionario, anticipò alcuni temi della progettazione open-source: Qudlibet traduce i suoi scritti teorici e militanti

Lucius Burckhardt, La zebra vagabonda (Das Zebra streifen), Kassel 1993,  foto Angela Siever,  Martin Schmitz Verlag

Lucius Burckhardt, La zebra vagabonda (Das Zebra streifen), Kassel 1993, foto Angela Siever, Martin Schmitz Verlag

L’ultima volta che incrociammo il lavoro di Lucius Burckhardt (Davos 1925-Basilea 2003), sociologo, economista e fine teorico del progetto, fu alla Mostra di Architettura di Venezia nel 2014, dove Hans Ulrich Obrist, nel padiglione elvetico, decise di accostarlo all’architetto inglese Cedric Price. Li considerava tra i pensatori più visionari del ventesimo secolo, anche se Price liquidò l’utopia come «un atto criminale» e Burckhardt la definì «retorica», poiché «le utopie urbane sono la perpetuazione dell’attuale pensiero degli architetti». Precisazioni che fanno riflettere e magari ne correggerebbero la lettura. Tuttavia Obrist, dedito a mettere in risalto l’eccentricità dei due, scelse l’impalpabile «approccio...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.