closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Commenti

Buona scuola, un colpo alle minoranze linguistiche

Non è stato facile dare attuazione all’articolo 6 della Costituzione, quello che dice «La Repubblica tutela con apposite norme le minoranze linguistiche». Fino all’entrata in vigore della legge 482 del 1999, non c’erano apposite norme nazionali che tutelassero effettivamente le minoranze, tuttavia alcune di queste conquistarono, all’ombra dei trattati internazionali, una tutela rafforzata addirittura di livello costituzionale, perché gli statuti delle regioni e province autonome sono approvati con legge costituzionale. Le norme nazionali ed europee non tutelano le lingue, ma le persone che parlano una lingua minoritaria, anzi che parlano una lingua minoritaria in un territorio connotato dalla presenza di...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi