closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Europa

Bulgaria, guardie europee per fermare i migranti

Borderline. 130 uomini al confine con la Turchia. E Sofia pensa al coprifuoco nei centri per rifugiati

Contro i migranti l’Europa rafforza con mezzi e uomini una delle frontiere che considera più a rischio. Accade al confine tra Bulgaria e Turchia dove oggi debutta la nuova guardia costiera e di confine europea alla presenza del premier bulgaro Boyko Borissov, del commissario Ue all’Immigrazione Dimitri Avramopoulos e dell’ex direttore di Frontex - ora responsabile del nuovo corpo di polizia - Fabrice Leggeri. Un debutto che è stato preceduto dalla decisione di Bruxelles di stanziare in settimana 108 milioni di euro che Sofia dovrà spendere per costruire nuove barriere anti-migranti, oltre a quella già realizzata alla frontiera con la...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi