closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
L'Ultima

Brutte notizie per Facebook

Australia. Canberra vuole costringere i giganti del web a pagare i giornali per la condivisione dei loro articoli. Zuckerberg blocca agli utenti australiani la visione di news. Ma ora teme l’effetto domino

La rassegna stampa del mattino al parlamento di Canberra

La rassegna stampa del mattino al parlamento di Canberra "schiacciata" dal logo di Facebook

Facebook ha bloccato per gli utenti australiani la condivisione di link a notizie locali e internazionali e lo ha fatto per una dichiarata rappresaglia: un disegno di legge del parlamento australiano costringerebbe i colossi del web a pagare gli editori per la condivisione delle notizie. A fare le spese di questo braccio di ferro tra Zuckerberg e il governo australiano sono state le pagine Facebook dei vigili del fuoco, di enti di beneficenza e di politici, inavvertitamente oscurate perché travolte dal divieto. IL PRIMO MINISTRO australiano Scott Morrison ha affermato che la mossa di Facebook riesce solo a rendere il...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.