closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Visioni

Bruno Letort: «La musica è pluralità e deve poter arrivare a tutto il pubblico»

Incontri. Parla l'autore francese ospite dell'Accademia Chigiana di Siena

Bruno Letort

Bruno Letort

Oggi comporre non è cosa semplice. La complessità dei linguaggi ha aperto tante strade e quindi la comunicazione nel mondo delle sette note si è evoluta. Lo sa bene Bruno Letort, autore francese fra i più attenti alle innovazioni e la sua idea è legata alla pluralità: «Oggi - spiega - non si può pensare a scrivere musica che sia da concerto o che serva ad altro. La musica è musica per il cinema, è musica per installazioni, è musica che serve ad essere ascoltata. Erik Satie lo aveva già capito quando scriveva la sua Musique d’aumeblemant e non sopportava...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.