closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Economia

Brioni dichiara 400 esuberi. In mille protestano a Pescara

In crisi lo storico marchio della couture maschile. I sindacati: tavolo nazionale al ministero. Il sindaco di Penne: «Per noi sarebbe la fine»

«Questi licenziamenti sarebbero il cataclisma per il mio comune e per l’intera area Vestina». Rocco D’Alfonso, sindaco di Penne, cittadina in provincia di Pescara, continua a ripeterlo, quasi ossessivamente. Nelle ultime settimane da queste parti la situazione s’è fatta drammatica, perché la Brioni Roman Style ha comunicato un piano da 400 esuberi tra gli stabilimenti della zona - a Penne, Civitella Casanova e Montebello di Bertona - e in quello di Curno, nel Bergamasco. «Penne è Brioni - evidenzia il primo cittadino -. E questa vertenza coinvolge ogni famiglia. E se si desse attuazione ai tagli, qui sarebbe il parapiglia....

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.