closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Europa

Brexit: Ue contro il “ricatto” sulla sicurezza

Unione europea. Tusk risponde a May: la cooperazione sulla sicurezza non sarà "oggetto di scambio" con il mercato unico. Prima di avviare i negoziati con Londra, Bruxelles vuole chiarire: garanzie sui residenti esteri, sopravvivenza delle imprese Ue in Gran Bretagna, saldo del budget (60 miliardi) e soluzione "flessibile" per il confine con l'Irlanda. Nessun "negoziato bilaterale" tra paesi membri e Londra

Le diplomazie si stanno schierando, pronte alla battaglia. Per ora, le prime mosse sono di carta: ieri, il presidente del Consiglio Ue, Donald Tusk, ha risposto con 6 pagine alle 5 pagine dell’attacco di mercoledì della premier britannica Theresa May, che ha segnato l’attivazione dell’articolo 50. Al di fuori del testo, che sarà probabilmente modificato solo ai margini prima di essere approvato definitivamente al Consiglio del 29 aprile, Donald Tusk è partito all’attacco su uno dei punti più controversi della dichiarazione di Theresa May, il «ricatto» agli europei sulla sicurezza. «I nostri partner sono saggi e onesti - ha detto...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi