closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Alias

Brexit, strategie per il calcio

Sport. La prima divisione inglese, la più ricca e sponsorizzata, a rischio dopo il 29 marzo

Fabregas nell'Arsenal

Fabregas nell'Arsenal

La Brexit e i dolori del calcio inglese. In particolar modo della Premier League, che da settimane vive quasi con terrore l’arrivo del prossimo marzo, esattamente il 29, con l’uscita del Regno Unito dall’Unione Europea. L’esito del referendum del 23 giugno 2016 che sta mettendo intorno a un tavolo (finora con risultati rivedibili) il governo May e l’Unione Europea rischia di rovinare uno dei giocattoli meglio riusciti nel sistema produttivo britannico, la prima divisione inglese, che nel corso degli anni è divenuto il più importante campionato d’Europa, il più ricco, tra stadi pieni e accordi a svariate cifre con le...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi