closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Internazionale

Brevi dal mondo, Guinea equatoriale e Malesia

Obiang resta solo, senza opposizione In Guinea equatoriale la Corte suprema ha messo al bando il principale partito di opposizione e condannato a pene pesanti 21 dei suoi membri, accusati per le violenze a margine delle elezioni dello scorso anno. È una vera sentenza di dissoluzione per il CI Party (Partito dei Cittadini per l’innovazione), che accusa di corruzione e metodi dittatoriali sempre più espliciti il regime di Teodoro Obiang Nguema, al potere dal lontano 1979 nel piccolo - ma ricchissimo di petrolio - stato africano. Malesia al voto per il parlamento Il parlamento malese il 7 aprile 2018, due...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi