closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Commenti

Bretton Woods, il primato della politica nel governo del denaro

Storia. Settantacinque anni fa, gli accordi di Bretton Wood. La guerra non era ancora finita e già si pensava alla costruzione del nuovo ordine commerciale e finanziario mondiale. Oggi è auspicabile un ritorno al gold standard? Basterebbe mettere ordine nel settore finanziario e ristabilire il primato della politica

22 luglio del 1944, furono firmati gli accordi di Bretton Woods, dal nome della cittadina americana in cui si svolsero i negoziati. Il conflitto mondiale sarebbe durato ancora un anno, ma i paesi che si avviavano verso la vittoria già pensavano alla costruzione del nuovo ordine commerciale e finanziario mondiale (i paesi del blocco socialista, però, non ratificarono mai tali accordi). Si è detto più volte che il sistema uscito da quella Conferenza non fece che sancire la supremazia americana nei rapporti economici globali. Ed è vero. Il sistema dollaro-centrico faceva degli Usa il rubinetto della liquidità a livello mondiale....

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.