closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Internazionale

Brasile alla fame, Lula è l’unica speranza

America Latina. Quasi 117 milioni di abitanti, il 55% della popolazione, vive nell'insicurezza alimentare: 20 milioni di persone non riescono a mangiare nulla per 24 ore di seguito. Il Movimento dei Senza Terra ha lanciato la campagna «Natale senza fame»

In fila per il cibo nella favela Jardim Gramacho a Rio de Janeiro

In fila per il cibo nella favela Jardim Gramacho a Rio de Janeiro

Sarà, quello brasiliano, un Natale nel segno della fame. Insieme alla gestione criminale della pandemia, all'aumento incontrollato della deforestazione, alla guerra contro i popoli indigeni e a un lungo eccetera, è anche per questo che verrà ricordato il governo Bolsonaro. Mentre le foto di persone impegnate a frugare tra gli scarti di macelleria hanno fatto il giro del mondo, i dati disegnano una realtà drammatica: quasi 117 milioni di abitanti, pari al 55% della popolazione, risentono attualmente di qualche forma di insicurezza alimentare, di cui 20 milioni di persone non riescono a mangiare nulla per 24 ore di seguito e...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.