closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Visioni

Brancaleone e la sfida del linguaggio

A teatro. Roberto Latini rivisita la celebre sceneggiatura di Monicelli, Age e Scarpelli

«L’armata Brancaleone»

«L’armata Brancaleone»

È innegabile che qualunque spettatore chiamato ad assistere a una rivisitazione de L’armata Brancaleone si aspetti (con curiosità ma anche qualche «apprensione») un qualche tipo di rilettura non tanto di quel capolavoro cinematografico, ma soprattutto della lingua che Mario Monicelli (un vero genio, ancora non pienamente riconosciuto nelle «classifiche» critiche nazionali) insieme ai fidi Age e Scarpelli, inventò di sana pianta. E già solo il titolo, oltre a diverse frasi ed espressioni, è entrato nel linguaggio comune, dal gergo politico giù giù fino agli schiamazzi notturni. Roberto Latini chiamato a inaugurare la stagione del Metastasio, in questa prima parte che...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.