closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Internazionale

Bowe Bergdahl, il disertore americano liberato in Afghanistan

Stati Uniti. Polemiche sulla trattativa tra Washington e i talebani

Il padre del prigioniero americano liberato in Afghanistan

Il padre del prigioniero americano liberato in Afghanistan

Gli annali delle fasi finali del conflitto afgano alla fine avranno registrato anche questo: la liberazione dell’ultimo prigioniero americano in mano nemica accolta non con gioia ma con polemico sdegno da una buona parte del paese. Stampa e siti conservatori hanno infatti denunciato la liberazione Bowe Bergdahl per la «trattativa col nemico». Mike Rogers presidente della commissione intelligence della camera ha gia’ dichiarato che »il negoziato coi talebani ha messo una taglia sulla testa di ogni soldato Americano rimanente in Afganistan». In realtà gli Usa trattano coi talebani da diversi anni, e non solo su questo caso . Gli incontri...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.