closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Cultura

Bourdieu, lessico per uno sport da combattimento

DIZIONARI. Pubblicato dal Cnrs francese il «Dictionnaire international Bourdieu». A quasi 20 anni dalla morte, il 23 gennaio del 2002, l’opera dello studioso analizzata nella sua interezza. Il libro si presenta come una monumentale enciclopedia, con oltre seicento voci redatte da un centinaio di autori provenienti da venti paesi, ma soprattutto francesi. Con i termini che evocano l’impegno, come «Algeria» e «Maggio 68», gli strumenti di lavoro, come «capitale culturale e sociale», e i riferimenti a Marx, Weber, Sartre. E Colouche

Un ritratto di Pierre Bourdieu

Un ritratto di Pierre Bourdieu

Scomparso nel 2002, in questa annata epidemica Pierre Bourdieu avrebbe compiuto novant’anni. Sembra sia il sociologo più citato al mondo, certamente è uno dei peggio conosciuti e pretestuosamente criticati. Le ricorrenti polemiche faticano a nascondere la salutare irritazione che le sue riflessioni inducono nei politici lontani dai mondi sociali, nei giornalisti superficiali, nei fast-thinkers da salotto televisivo o negli accademici senza qualità. Questi operatori del dominio non saranno quindi interessati alle quasi mille pagine del Dictionnaire international Bourdieu, fresco di stampa per le edizioni del Cnrs francese (pp. 963, euro 39). Si tratta di una monumentale enciclopedia, con oltre seicento...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi