closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Alias

Bosnia, paese con vista

Raccontare i Balcani / 3. La scena artistica e culturale rinata con la generazione degli anni '80: un'intervista alla regista e drammaturga Selma Spahic e un ritratto dello scrittore Miljienko Jergovic

Da  «All Adventurous Women Do», di Tanja Šljivar

Da «All Adventurous Women Do», di Tanja Šljivar

Con modi e linguaggi diversi, l’assedio di Sarajevo, il genocidio di Srebrenica, il bombardamento del ponte di Mostar e la guerra degli anni Novanta sono stati raccontati da tanti artisti e intellettuali bosniaci che levarono potenti le loro voci contro le atrocità immani e l’ odio feroce che mise contro gli uni contro gli altri padri e figli, Nato e Balcani, ortodossi e musulmani, gente in divisa e gente disarmata, serbi, croati e bosniaci. Sono stati raccontati dal regista Emir Kusturica che tuttavia scappò da Sarajevo durante l’assedio rifugiandosi a Belgrado e dal suo sceneggiatore, il poeta Abdulah Sidran che...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi