closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Italia

Borsellino, 24 anni dopo la strage a prevalere sono sempre i misteri

Palermo. E nel paese di Messina Denaro a fuoco il parco intestato al giudice

Il rito, la rabbia, l’intimidazione. L’anniversario della strage di via D’Amelio condensa tutto questo. Corone d’alloro simboliche, fiumi di parole spesso vuote, retorica a go-go, mentre le agende rosse di Salvatore Borsellino gridano alla verità ormai da tanto, troppo tempo. Undici processi non sono bastati. Depistaggi, servizi deviati, falsi pentiti hanno addensato ombre oscure sulla tragica fine di Paolo Borsellino e degli agenti di scorta Agostino Catalano, Emanuela Loi, Vincenzo Li Muli, Walter eddie Cosina e Claudio Traina. Ventiquattro anni sono trascorsi dalla strage che rimane avvolta nel mistero. Inquietante che mentre a Palermo, nell’indifferenza della città, alle 16.58 in...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.