closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Cultura

Borghesia e contadini tra le grinfie dei Bonaparte

Incontri. «Gli errori di Marx»: un estratto dal convegno «Marx e la critica del presente (1818-2018)» in programma a Roma da oggi al 29 presso il Goethe-Institut e la Sapienza

Il 18 brumaio di François Bouchot

Il 18 brumaio di François Bouchot

Gli «errori» di Marx – le previsioni sbagliate di cui a lungo si è discusso all’interno del marxismo, come la tesi sull’impoverimento crescente del proletariato, o la legge circa la caduta tendenziale del saggio di profitto che avrebbe dovuto condurre a una crisi risolutiva del capitalismo – possono essere ricondotti a quello che fu il suo unico grande errore: avere preteso di dare alla propria concezione un carattere predittivo sul modello delle scienze naturali. Ma a una teoria sociale critica non si chiede di formulare pronostici: piuttosto di aprire spazi di visibilità sulla realtà storica del proprio tempo. E questo...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi