closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Internazionale

Boom della sinistra in Ecuador. E c’è un indigeno al ballottaggio

Presidenziali. Con il 32% vince il delfino di Correa, Arauz. Secondo a sorpresa Pérez. La destra di Lasso stracciata, perde anche nella sua roccaforte. Ottimo risultato anche per Sinistra democratica di Hervas, l’outsider che conquista i giovani

Sostenitrici del candidato presidente Yaku Perez festeggiano il risultato elettorale a Quito

Sostenitrici del candidato presidente Yaku Perez festeggiano il risultato elettorale a Quito

Le elezioni in Ecuador non hanno ancora sancito il nuovo presidente della Repubblica. Il più votato è stato Andrés Arauz, delfino dell’ex presidente Rafael Correa, che ha ottenuto oltre 2 milioni e mezzo di voti superando il 32% delle preferenze. Il risultato conferma un voto cosciente e stabile di alcuni segmenti della società verso il correismo che gode ancora di un buon consenso popolare. Ci si attendeva di più ma non è niente male, considerando l’incessante campagna mediatica contro dei mezzi di comunicazione privati e nonostante la costante persecuzione politica diretta a tutto l’apparato dirigente del partito di Correa. Questo...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi