closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Internazionale

Bombe italiane sullo Yemen, sì all’indagine su Rwm e Uama

Italia/Arabia Saudita. Una famiglia sterminata nel 2016 da un ordigno prodotto a Domusnovas, il gip di Roma rigetta l’archiviazione per l’azienda sarda e l’Autorità della Farnesina. I nuovi dati: 233mila vittime di guerra, 83 miliardi in armi dall’Europa all’Arabia saudita

Protesta contro la Rwm per la vendita di armi ai sauditi

Protesta contro la Rwm per la vendita di armi ai sauditi

L’8 ottobre 2016 gli yemeniti sapevano già riconoscere il fischio delle bombe sganciate da un caccia. Era trascorso ormai un anno e mezzo dall’inizio dell’operazione a guida saudita contro lo Yemen. L’avevano ribattezzata «Tempesta decisiva», si aspettavano una guerra lampo, ma Riyadh e i suoi alleati (dagli Emirati all’Egitto) hanno trovato – così dicono in tanti – il loro Vietnam. QUEL GIORNO, alle 3 di notte, il villaggio di Deir Al-Hajari, nel nord-ovest del paese, vide cadersi sopra le bombe sganciate da un caccia saudita. Una casa rasa al suolo, una famiglia sterminata: la madre incinta, il padre e i...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.