closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Visioni

Bollani, shakerare Zappa col piano e il gusto dell’anarchia

Incontri. Il musicista racconta Sheik yer Zappa, il disco dedicato al rocker di Baltimora, quasi una rivincita pianistica

Sul pianoforte che troneggia dall'angolo del corridoio della Universal di Milano, Stefano Bollani accenna qualche nota di Bobby Brown Goes Down, immediatamente riconoscibile ma lontana anni luce dai sintetizzatori «desertici» di Sheik Yerbouti, album live di Frank Zappa datato 1979. Mentre i corridoi si affollano di impiegati della Universal che, come nella migliore tradizione musical, abbandonano le loro postazioni di lavoro per avvicinarsi alle note, il pianista toscano conclude così, magicamente, la mattinata di presentazione di Sheik yer Zappa, disco live assemblato dopo un tour nel 2011 e appena pubblicato in Italia, in attesa di raggiungere il resto del mondo....

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.