closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Lavoro

Boeri contro i Cinque Stelle: è scontro sui costi del reddito minimo

Stato asociale. Il governo uscente e il presidente dell'Inps a fine mandato polemizzano con il Movimento 5 Stelle sui costi del "reddito di cittadinanza", in realtà un "reddito minimo". Numeri sulle spalle di precari e disoccupati. Il presidente dell’Inps: «Vale 38 miliardi». M5S reagisce: «Basta bugie: l’Istat dice 14,9». Al prossimo esecutivo è stato chiesto di continuare a finanziare l'attuale "reddito di inclusione" (ReI): un reddito minimo modesto che esclude l'80 per cento dei poveri assoluti anche se si cerca di allargare la platea

Tito Boeri, Paolo Gentiloni e Giuliano Poletti

Tito Boeri, Paolo Gentiloni e Giuliano Poletti

Lo scontro sui costi del fantomatico «reddito di cittadinanza» del Movimento 5 stelle - in realtà un reddito minimo condizionato all'inserimento lavorativo e alla riqualificazione professionale – continua. Ieri l'hanno rilanciato il governo uscente, con il presidente del Consiglio Gentiloni e il ministro del lavoro Poletti, e il presidente dell'Inps in scadenza, Tito Boeri che ha precisato di essere «alla fine del mandato» e di applicare «in ogni caso quello che decidono i governi». L'OCCASIONE è stata fornita dalla presentazione dei dati dell'osservatorio statistico sul reddito di inclusione (Rei), ovvero una misura contro la povertà sotto-finanziata, non universale, selettiva e...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.