closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Alias

Bobby Sands, senza lotta non c’è vita

Il libro. Gli «Scritti dal carcere», nell’anniversario della morte

«Non mi spezzeranno perché il desiderio di libertà, la libertà del popolo irlandese, è nel mio cuore. Il nostro giorno verrà. Finché la mente rimane libera, la vittoria è certa». Alla terza settimana di sciopero della fame, così scriveva dalla prigione il 17 marzo 1981 Robert Gerard Sands, detto Bobby, nato il 9 marzo 1954 a Rathcoole, sobborgo settentrionale di Belfast. La famiglia di Bobby è cattolica nell'Irlanda del Nord abitata in prevalenza da protestanti, eredi di coloni emigrati dalla Gran Bretagna. Una famiglia operaia nella regione a maggior insediamento industriale dell'Isola. Come sempre, la questione non è solamente a...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi