closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Visioni

Bert Williams e quel film non abbastanza razzista

Cinema. Presentato il primo lungometraggio muto con un cast interamente afroamericano. Protagonista l'attore considerato un talento al pari di Chaplin e Keaton che iniziò nel Vaudeville a Broadway

Il grande comico americano W.C. Fields lo aveva definito «l’uomo più divertente che ho mai visto e l’uomo più triste che ho mai conosciuto». Ron Magliozzi, curatore del Museum of Modern Art, lo considera un talento pari a Charlie Chaplin o Buster Keaton. In una carriera che lo ha portato dalle Bahamas, dove era nato nel 1874, al teatro californiano, al circuito del vaudeville newyorkese, a Broadway, dove fu la prima star nera di un musical ad apparire nelle Zigfield Follies, Bert Williams non ha recitato in molti film. Ancora meno numerosi sono quelli che sono sopravvissuti. Dopo quasi un...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.