closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Politica

Berlusconi verso il tramonto e le larghe intese

Centrodestra. L'ex Cavaliere costretto a combattere per una soglia di sopravvivenza. Cerca la strada per tornare in maggioranza e guarda al risultato di Grillo e Alfano

Silvio Berlusconi

Silvio Berlusconi

Un simile repertorio Silvio Berlusconi non lo aveva mai adoperato, nemmeno nelle più iperboliche tournée anticomuniste. Beppe Grillo «è come Hitler, Stalin, Robespierre e Pol Pot», «è un assassino», se vince «ci saranno violenze, disordini inquietanti», vuole «una dittatura». A sentirgli dire enormità del genere, si direbbe che l’ex cavaliere si auguri che il comico finisca demolito dal voto popolare. La verità è opposta. Berlusconi auspica invece che la somma vivente di tutti i dittatori della storia finisca la gara a una striminzita incollatura dal simpatico e democratico Matteo. Se attacca con tanta virulenza l’M5S è in parte perché sa...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi